Caccia: Italia rischia nuove sanzioni dalla Corte di Giustizia Europea

“La Commissione europea non esiterà a portare ancora l’Italia di fronte alla Corte di Giustizia Ue e a proporre sanzioni economiche qualora venissero concesse ulteriori deroghe incompatibili con la direttiva per la tutela degli uccelli selvatici”. E’ la risposta del Commissario Ue all’Ambiente, Janez Potocnik, agli europarlamentari dell’Idv Andrea Zanoni e Niccolò Rinaldi che, in una lettera, denunciavano l’inutilità delle modifiche introdotte sulla caccia in deroga in Italia. Le norme proposte dal governo “avrebbero dovuto costituire – hanno reso noto Zanoni e Rinaldi – la risposta alla messa in mora dell’Italia per il non adeguamento alle sentenze di condanna della Corte di Giustizia europea e al continuare della caccia in deroga anche a specie protette dalla Direttiva Ue Uccelli”. “Ritengo – ha fatto sapere Potocnik – che la ripetuta concessione di deroghe incompatibili con la direttiva per la tutela degli uccelli selvatici costituisca una violazione particolarmente grave del diritto ambientale Ue”. “Confermo – ha scritto Potocnik – che i miei servizi stanno valutando tutte le informazioni disponibili per verificare se le Autorità italiane stiano assicurando, sia a livello nazionale che regionale, piena esecuzione della sentenza della Corte di Giustizia Ue”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.