Caccia: Toscana, legge straordinaria per contenere ungulati

caprioli 4Una legge obiettivo straordinaria, la prima del genere in Italia, che avrà una durata di tre anni, per diminuire la densità di cinghiali, caprioli, daini e cervi sul territorio toscano, dove la diffusione dei cosiddetti ungulati è la più alta d’Europa, pari a circa 500 mila capi stimati, con forti danni all’agricoltura e non solo. E’ quanto illustrato oggi dall’assessore toscano all’agricoltura Marco Remaschi insieme al sottosegretario all’ambiente Silvia Velo. La proposta di legge sarà domani all’attenzione della Giunta toscana per poi passare all’esame del Consiglio per la sua definitiva approvazione. “Lo spirito della legge – ha detto Remaschi – è quello di tutelare concretamente l’agricoltura e l’equilibrio ambientale del nostro territorio. I danni alle coltivazioni agricole provocate dalla presenza sovradimensionata degli ungulati non sono più tollerabili. Non solo, gli ungulati sono i responsabili in Toscana di quasi 1000 incidenti stradali solo quest’anno, in alcuni casi mortali”. Per questo, ha aggiunto l’assessore, “la proposta di legge che abbiamo scritto si pone a monte di un’azione programmata che dovrà essere seria, ben regolamentata e limitata nel tempo. La legge sarà continuamente monitorata sia perché possa essere applicata nel migliore dei modi sia per limitare al massimo gli effetti indesiderati”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.