Calamità naturali: vertice di Confagricoltura a Bentivoglio (Bo)

tornado4“Un anno dopo l’Emilia Romagna si trova a vivere lo stesso incubo del terremoto, con aziende agricole nelle province di Bologna, Modena e Ferrara martoriate da forti trombe d’aria. Ho visto di nuovo le tragiche scene di un anno fa, come un film drammatico che si ripete”. Ha detto il presidente di Confagricoltura Mario Guidi che, con il direttore generale Luigi Mastrobuono, il presidente della Federazione regionale Guglielmo Garagnani ed i vertici locali dell’Organizzazione, ha visitato a Bentivoglio (Bologna), nell’epicentro delle zone colpite, alcune aziende associate che hanno subito danni ingenti per l’eccezionale evento atmosferico del 3 maggio scorso.
Il sopralluogo è avvenuto dopo un summit della Confagricoltura dell’Emilia Romagna, con Guidi e Mastrobuono, per fare il punto sulla situazione e definire le azioni da porre in essere.
“È stato un cataclisma le cui conseguenze non sono state comprese appieno da tutti – ha commentato Mario Guidi -. Mi sono trovato un’altra volta davanti a macerie, precarietà, emergenza, paura, ma anche voglia di riscatto, determinazione nel tornare rapidamente alla normalità. Gli agricoltori emiliano-romagnoli sono di nuovo pronti a rimboccarsi le maniche ed a lavorare per ricostruire quanto la forza della natura ha distrutto, senza abbattersi. Tutto questo è encomiabile, ma lo Stato faccia la sua parte e subito. Va dichiarato lo stato di calamità per l’eccezionalità dell’evento e vanno messi subito a disposizione adeguati fondi”.
“Diamo pieno supporto alla richiesta già avanzata dal presidente della Regione Vasco Errani al Presidente del Consiglio Enrico Letta di predisporre, in tempi rapidi, un decreto finalizzato a sostenere finanziariamente i danni provocati dal tornado del 3 maggio e dalle frane, con l’auspicio – ha aggiunto il presidente di Confagricoltura Emilia Romagna Garagnani – che il Governo ponga su questi eventi calamitosi la stessa attenzione riservata al fenomeno sismico dell’Emilia. Nel frattempo ci siamo attivati affinché vengano subito predisposte per queste aziende danneggiate, come da impegni assunti nei giorni scorsi dall’assessore regionale Rabboni su nostra richiesta, le stesse misure messe in atto per il terremoto, soprattutto la 126”.
“La nostra Organizzazione – ha concluso Garagnani – è al fianco degli agricoltori colpiti; siamo impegnati nell’assistenza diretta, nella collaborazione con le autorità per le attività di ripristino, nelle iniziative di solidarietà. Urge un intervento rapido e deciso”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.