Calici di stelle, un brindisi sotto il cielo d’estate: gli appuntamenti in Emilia Romagna


Un sorso di buon vino e lo sguardo all’insù per scrutare il cielo. Se la formula vincente non si cambia la novità dell’edizione 2011 di Calici di stelle è il colore. Anzi il tricolore. Sì perché l’evento organizzato dal Movimento Turismo del Vino nella notte di San Lorenzo quest’anno celebra i 150 anni dell’Unità d’Italia e lo fa tingendo di bianco, rosso e verde i calici che saranno offerti agli amanti del nettare di Bacco per brindare nelle piazze e nelle cantine aderenti. Un omaggio ad una nazione in cui il vino è parte integrante della cultura e delle tradizioni ma anche un’occasione per scoprire borghi ricchi di fascino che offrono suggestivi scorci tra arte, natura e paesaggio.
Dal Piemonte alla Sicilia ogni regione mette in mostra le sue eccellenze lo fa anche l’Emilia-Romagna che sta vivendo un momento di rilancio soprattutto delle produzioni legate ai vitigni autoctoni. Il tutto mentre arrivano le prime previsioni sulla prossima vendemmia che, assicurano le associazioni agricole, promette buoni livelli qualitativi.
Ma ecco qualche anticipazione su questa quattordicesima edizione di Calici di Stelle. Il Sangiovese sarà protagonista indiscusso degli appuntamenti romagnoli nel centro storico di Santarcangelo di Romagna che quest’anno lancia anche un gemellaggio, enologico e musicale, con la Puglia.
A Bologna e dintorni si brinderà con i vini doc dei colli bolognesi, Pignoletto su tutti.
Gemellaggio con l’arte alla cantina Manaresi di Zola Predosa dove è diventata permanente la mostra dedicata a Mario Soldati, scrittore e regista oltre che pioniere del giornalismo enogastronomico. Nella serata del 10 agosto gli ospiti potranno gustare i vini sulla terrazza panoramica dell’azienda, entrare in cantina e partecipare ad una visita guidata alle immagini della mostra, scattate dal figlio di Soldati, Volfango, durante un lungo viaggio attraverso la penisola insieme al padre.
Una passeggiata tra le colline e i vigneti fa da apertura al programma offerto dal Comune di Castello di Serravalle che dà appuntamento ai partecipanti alle 19.30 nel piazzale della Chiesa di Sant’Apollinare. Chi al movimento preferisce il relax e il piacere della tavola potrà arrivare al Borgo Medievale alle ore 21 quando è previsto l’inizio della degustazione di vini doc e specialità culinarie, il tutto accompagnato da musica dal vivo.
Se dalla notte di San Lorenzo volete tornare a casa con un bel bottino di desideri espressi al passaggio delle stelle cadenti il consiglio è di non distogliere troppo gli occhi dal cielo. La pioggia meteorica delle Perseidi, il cui picco anticamente era il 10 agosto, nel corso dei secoli ha ritardato di due giorni il suo arrivo a causa della precessione degli equinozi. Ma non temete: a supportare l’osservazione, con strumenti e note tecniche, ci saranno gruppi di professionisti. Al Cà de Mandorli di San Lazzaro di Savena l’Associazione Astrofili Bolognesi, a partire dalle ore 20, metterà a disposizione dei partecipanti laser e telescopi, mentre a Brisighella il Gruppo Astrofili di Faenza farà da guida alle osservazioni che si svolgeranno in mezzo alla natura, al Rifugio Carnè.
Quest’anno – avvertono gli esperti – il disturbo lunare limiterà l’osservazione delle meteore ma con una media di circa un centinaio di scie luminose visibili ad occhio nudo ogni ora dalla Terra nessuno dovrebbe rimanere deluso dallo spettacolo del cielo.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.