Caltanissetta: stato di calamità per aiutare gli agricoltori

È stato dichiarato lo stato di calamità a seguito delle piogge alluvionali che hanno colpito alcuni territori della Regione Sicilia in Provincia di Caltanissetta causando danni alle strutture aziendali e alle infrastrutture connesse all’attività agricola nel periodo tra novembre 2008 e gennaio 2009.
In questo modo gli agricoltori situati nei territori delimitati con il decreto, potranno far fronte ai danni subiti dalle strutture aziendali, alla ricostituzione delle scorte eventualmente compromesse o distrutte, mediante i contributi assicurati dal Fondo di Solidarietà Nazionale (previsto dal decreto legislativo 29 marzo 2004 n.102); inoltre potranno essere ripristinate le infrastrutture pubbliche a servizio delle attività agricole segnalate, sempre con oneri a carico del Fondo di solidarietà nazionale.
Con il decreto dello scorso 18 ottobre, inviato alla Gazzetta Ufficiale per la pubblicazione, è stato quindi dichiarato lo stato di calamità naturale a carico dei Comuni di BUTERA, CALTANISSETTA, GELA, MAZZARINO, RIESI, SAN CATALDO, SANTA CARERINA VILLARMOSA, SERRADIFALCO, SOMMATINO in Provincia di Caltanissetta.
Per accedere agli aiuti previsti, i produttori agricoli devono dimostrare di aver subito danni superiori al 30% della produzione lorda vendibile.
Le domande di intervento potranno essere presentate alle autorità regionali competenti entro il termine perentorio di quarantacinque giorni dalla data di pubblicazione del decreto di declaratoria nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.