Campagna marchigiana a secco, -67% di piogge

E’ allarme siccità nelle campagne marchigiane, con gli ultimi tre mesi classificati come i più aridi dal 1961. A denunciarlo è la Coldiretti Marche, sulla base dei dati agrometeo Assam relativi al periodo agosto-ottobre. L’estate prolungata fino a tutto settembre, con temperature fuori dalla media, e l’assenza di pioggia, diminuita addirittura del 67% rispetto alla media regionale, stanno creando seri problemi alle colture in campo e alle semine. La fascia che va dalla provincia di Ancona, con le zone di Jesi, Senigallia e Fabriano, fino all’Ascolano è stata classificata come estremamente siccitosa, mentre l’area pesarese é qualificata “severamente siccitosa”. Per salvare le colture industriali (fagiolini, borlotti, ecc.) gli agricoltori sono costretti ad irrigare dalla semina alla raccolta, con un aggravio consistente dei costi di produzione. Stesso discorso per le colture porta seme (piante utilizzate per la produzione dei semi da piantare), storico comparto della provincia di Ancona. Senza dimenticare che i terreni resi duri dalla siccità allungano i tempi di preparazione per la semina e rendono più pesanti i costi del carburante, aumentato del 46% rispetto al 2010. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.