Campi, vigneti e frutteti allagati nell’imolese e nel faentino

IMG-20140920-00116La violenta perturbazione che nella notte, dopo aver colpito l’apennino toscano, si è abbattuta sulle colline Imolesi e Faentine gonfiando fiumi e torrenti nelle vallate del Senio e Lamone ha provocato danni ingenti non solo alle abitazioni ma anche nelle campagne allagando campi, vigneti e frutteti. Il nubifragio ha provocato l’esondazione del Senio nei pressi di Borgo Rivola rendendo necessaria la chiusura dell’ex statale Riolese.
Un muro d’acqua di quasi due metri ha travolto i vigneti provocando, a macchia di leopardo, la perdita dei raccolti in piena vendemmia. Meglio non è andata alle coltivazioni di kiwi, anche queste prossime alla raccolta. I danni maggiori, ovviamente, si sono registrati nei campi in prossimità dei fiumi. Nella vallata del Lamone, ad esempio, tra Marzeno, Santa Eufemia, Campiume, Fognano e Pieve Tho aziende agricole e campi sono totalmente allagati e coperti dal fango a causa dello straripamento del Samoggia.
“Un duro colpo per le nostre aziende – commenta il presidente Coldiretti Ravenna Massimiliano Pederzoli – dopo un’estate flagellata dal maltempo e da bombe d’acqua e grandine che hanno compromesso i raccolti della frutta estiva, quella di questa notte è l’ennesima catastrofe che giunge mentre le campagne si trovano in una fase stagionale delicatissima dalla quale – sottolinea Pederzoli – dipendono i risultati e le opportunità di lavoro di molte imprese agricole”.
Coldiretti, dopo aver prontamente segnalato quanto avvenuto alle autorità competenti, ha invitato la Provincia a compiere una immediata e puntuale verifica della situazione ai fini di accertare le reali perdite economiche e fondiarie subite con la conseguente individuazione dei benefici di legge applicabili.
Impegnata nelle prima valutazioni dei danni anche Coldiretti Bologna a seguito delle forti piogge che si sono abbattute sul circondario imolese. Colpite in particolare le aziende agricole tra Fontanelice e Imola dove il fiume Santerno a causa delle abbondanti piogge è straripato, allagando le campagne e i capannoni e, in alcuni casi, trascinando via attrezzature per l’irrigazione.
Dai sopralluoghi di Coldiretti Bologna, ad essere colpiti sono stati in particolare i frutteti e i vigneti di cui la zona è ricca. Lo straripamento mette a dura prova il prosieguo della vendemmia in pieno svolgimento e probabilmente anche la prossima raccolta di kiwi. Coldiretti Bologna si è attivata per il monitoraggio dei danni e l’assistenza agli agricoltori e sta mettendo a disposizione la propria struttura e competenza anche per valutare quali azioni intraprendere per tutelare le aziende
“Si tratta di un duro colpo per l’agricoltura – ha detto il presidente di Coldiretti Bologna, Antonio Ferro – già pesantemente colpita dal maltempo estivo. Questo disastro arriva per di più in un momento molto delicato delle attività in campagna in piena vendemmia e con la coda di raccolta della frutta”.

Tags:

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.