Cantine aperte, nelle marche il vino incontra l’arte

Incontri, concerti, mostre d’arte e di veicoli antichi, da abbinare con accoppiamenti gastronomici alla degustazione di vini. Sarà così nelle Marche sabato e domenica prossima, la 20/a edizione di Cantine Aperte, con 68 aziende vinicole (mille in Italia), che aprono gratuitamente le porte ai visitatori, guidandoli all’assaggio dei loro vini e svelando i segreti di produzione. L’iniziativa, promossa dal Movimento Turismo del Vino, è stata presentata ad Ancona dalla presidente dell’associazione marchigiana Serenella Moroder e dall’assessore all’Agricoltura e vicepresidente della Regione Paolo Petrini, che ha dato il suo sostegno alla manifestazione. “Valorizzare l’enologia – ha detto Petrini – significa valorizzare tutto il territorio, rafforzando l’identità regionale per competere meglio nei mercati esteri. Nonostante le risorse sempre più scarse, continueremo a investire sul vino come testimone di una terra che sa differenziarsi grazie alle qualità dei suoi prodotti”. “Per le nostre cantine vale lo slogan ‘vedi cosa bevi’ – ha rincarato Moroder – perché la conoscenza del prodotto e dei metodi di produzione è trainante per tutta l’economia del territorio”. Tra le iniziative in programma, la casa vinicola Garofoli di Villamusone di Castelfidardo ospita una mostra di Giovanni Lombardini “per degustare anche le opere d’arte”, mentre la Colonnara di Cupramontana presenta Icemary, il primo spumante dolce biologico senza alcool, fatto con viti delle Marche, facendo assistere i visitatori alla sboccatura in diretta dello spumante brut, prodotto secondo il metodo classico. Il vino incontra l’arte anche nell’azienda Accadia di Serra San Quirico, con un’esposizione di opere di Bruno D’Arcevia, Nello Bocci, Carlo Cecchi, Leonardo Cemak, Mario Dondero e Luigi Radrizzani, arricchita da performance live di artisti provenienti da tutta Italia. Da Vini Maraviglia di Matelica di Jesi, una mostra di Carlo Gentili. L’azienda Moroder di Montacuto di Ancona punta su aperitivi e concerti (per domenica quello dei Bed Love Experience, vincitori del premio Donatello), con un bar aperto fino a tarda notte, mentre Giusti a Montignano-Senigallia propone una mostra di antiche trattrici agricole e veicoli d’epoca. Da VignAmato di San Paolo di Jesi, infine, pranzo con vino e ratatouille. Lo scorso anno Cantine Aperte ha registrato nelle Marche 50 mila visitatori (un milione e 200 mila in Italia). Quest’anno si prevede di stappare 600 mila bottiglie.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.