Caporalato: Uila-Uil, in attesa della legge, caporali e sfruttati protagonisti delle campagne di raccolta

raccolta pomodori
“Ci auguriamo che la legge contro il caporalato venga approvata entro la fine dell’anno, altrimenti bisognerà prendere atto che tutte le buone intenzioni sottolineate dal Governo, e da ultimo dal ministro della Giustizia Andrea Orlando, saranno rimaste tali.”
E’ questo il commento di Stefano Mantegazza, segretario generale Uila Uil, in merito alle dichiarazioni rilasciate ieri dal ministro Orlando, in visita al ghetto di Rignano Garganico.
“L’unico dato positivo di questi 12 mesi di intenso lavoro svolto dal sindacato è stata l’approvazione da parte del Senato del Ddl contro il caporalato. Un passo importante che resta però ancora isolato” prosegue Mantegazza. “Infatti non solo il protocollo firmato il 27 Maggio tra Governo, parti sociali, associazioni datoriali e terzo settore, non ha ancora trovato compimento a causa della mancanza dei fondi promessi ma, in attesa della legge, le grandi campagne di raccolta 2016 si muovono nuovamente con gli stessi protagonisti dello stesso film: da una parte i caporali impuniti e dall’altra gli sfruttati, italiani e stranieri.”
“La nostra convinzione” conclude Mantegazza “è che con la legge si faranno grandi passi avanti, tuttavia nessuna norma potrà essere efficace se istituzioni e parti sociali non dovessero essere in grado di coglierne le nuove opportunità.”

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.