Carne cavallo: Cia, 45% degli italiani evita cibo “nel mirino”

Pranzo Fuori Casa 2Di fronte alla notizia di un allarme alimentare, vero o presunto, il 45 per cento degli italiani evita di comprare il cibo “contaminato” per un certo periodo di tempo. Un “effetto fuga” che in larga parte e’ frutto della sfiducia dei consumatori, sempre piu’ disorientati e spaventati dal susseguirsi di scandali e truffe a tavola. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori, in merito all’annuncio del ritrovamento di tracce di Dna equino in alcuni ragu’ Star da parte del ministero della Salute.
Ma la “paura a tavola” incide pesantemente sui consumi, e lo fa indipendentemente dall’effettiva pericolosita’ del fenomeno. Un assunto che e’ valido soprattutto in Italia -osserva la Cia- dove la garanzia di sicurezza alimentare e’ il criterio al primo posto nelle scelte di acquisto per otto cittadini su dieci. Per questo bisogna stare molto attenti: la truffa commerciale della carne di cavallo “spacciata” per manzo rischia di creare danni enormi a tutta la filiera -evidenzia la Cia- cominciando proprio dai nostri allevatori, che gia’ segnalano un crollo delle vendite del segmento del 10 per cento circa da quando e’ esploso lo scandalo anche in Italia.(AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.