Carne di cavallo: l’Ue dà il via libera ai test

microbiolgiaCrisba 1
Via libera alla raccomandazione della Commissione europea per effettuare una raffica di test su prodotti a base di carne di manzo al fine di identificare sia l’eventuale presenza del Dna della carne di cavallo, sia tracce di fenilbutazone, l’antinfiammatorio utilizzato soprattutto per i cavalli da corsa. Lo ha annunciato la Commissione europea precisando che entrerà in vigore da oggi fino alla fine di marzo. In quel periodo l’Italia dovrà effettuare 200 test rispetto al piano europeo previsto. Questi test saranno cofinanziati dall’Europa nella misura del 75% e non del 50% come inizialmente proposto. L’Italia non ha però dato il proprio consenso alla raccomandazione Ue. Il rappresentante italiano – hanno indicato all’Ansa fonti Ue – ha fatto notare ai partner che per “l’Italia, che non ha riscontrato problemi sul suo territorio, i nuovi test comportano oneri e impegni gravosi quando spetta a chi esporta dare tutte le garanzie”. Nel nostro paese, infatti, ha detto il rappresentante secondo quanto riferiscono le fonti, “c’è un sistema capillare di tracciabilità che funziona e che non sono state rilevate le problematiche riscontrate nel Regno Unito, in Irlanda, Francia e Lussemburgo”. E ha aggiunto che “l’Italia importa cavalli per macellarli e destinare la carne al proprio mercato, applicando tutte le normative europee, quindi vorrebbe maggiori garanzie dai Paesi esportatori: un principio che è alla base della legislazione alimentare europea”. In Europa è l’Italia il primo importatore di puledri vivi destinati al macello o all’ingrasso e il primo consumatore di carne di cavallo. I rappresentanti per la sanità degli Stati membri si riuniranno nuovamente a Bruxelles martedì 19 febbraio: un incontro tecnico per parlare della metodologia da seguire nell’attuazione dei test in quanto – secondo le fonti – c’è chi ha avanzato l’ipotesi che l’identificazione della carne via il Dna non sia affidabile. Il commissario alla salute Tonio Borg ha “accolto con favore la rapida approvazione del piano di test”, e farà il punto della situazione lunedì 25 febbraio a Bruxelles, con i ministri dell’agricoltura e della salute europei.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.