Carne equina: Olanda chiede ritiro di 50mila tonn. sospette.

Agri 957_20130309_Tranche 01L’autorità olandese per la sicurezza alimentare (Nvwa) ha chiesto il ritiro di 50.000 tonnellate di carne bovina vendute nella Ue da un grossista olandese. Lo riporta il sito del quotidiano ‘De Telegraaf’ ricordando che lo stesso grossista il mese scorso era rimasto coinvolto nello scandalo della carne di cavallo. In questo caso l’origine della carne “non è chiara o è sconosciuta” e quindi la sua sicurezza non è garantita ma secondo la Nvwa non c’é prova di pericolo per la salute pubblica.
La reputazione del grossista di carne lavorata, Willy Selten di Oss, era già stata colpita a febbraio scorso quando emerse che aveva venduto carne di manzo mescolata a carne di cavallo. Ora la Nvwa ha chiesto di rintracciare a e ritirare dal mercato tutta la produzione venduta dal primo gennaio 2011 ed il 15 febbraio 2013. Secondo un portavoce dell’autorità per la sicurezza alimentare citato dal quotidiano, è possibile che parte della carne in questione sia già stata consumata “ma non tutta” perché, ha spiegato, una parte è finita negli alimenti surgelati. Inoltre è stato precisato che la Nvwa “presuppone la buona fede dei clienti del grossista”, che avranno due settimane di tempo per rintracciare e ritirare dal mercato gli alimenti sospetti.
“Avviare subito i controlli sulle importazioni di carne bovina dall’Olanda che nel 2012 ha esportato in Italia 65mila tonnellate di prodotto fresco, refrigerato o congelato”. E’ quanto afferma la Coldiretti, nel commentare la decisione dell’autorità olandese giunta dopo l’allarme sulla presenza di carne non identificata in cibi da asporto e soprattutto le voci non confermate sull’uso di carne di cane e gatto provenienti dalla Spagna e rivenduta in Olanda forse usata per la preparazione di piatti a base di carne macinata come polpette. “Un’escalation che dimostra – sottolinea la Coldiretti – quanto siano insufficienti le misure prese dall’Ue per fronteggiare uno scandalo senza precedenti che ha evidenziato la presenza di un giro vorticoso di partite di carne che si spostano da un capo all’altro dell’Europa attraverso intermediazioni che favoriscono frodi ed inganni, a danno delle imprese e dei consumatori”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.