Carni Rosse: parere a Ministro, tumori causati da più fattori

carne 6Seguire un regime alimentare vario, ispirato al modello mediterraneo, riducendo grassi e proteine animali e assumendo costantemente cibi ricchi di vitamine e fibre. Questo il primo parere che il Ministro della Salute, Lorenzin, ha ricevuto dalla Sezione del Comitato nazionale per la sicurezza alimentare (CNSA) dopo l’allarme Oms nei mesi scorsi sulla carne rossa e i suoi derivati lavorati. In particolare dopo la pubblicazione da parte della rivista “The Lancet – Onclogy” dell’abstract di una Monografia IARC che mette in relazione il consumo di carni rosse trasformate e fresche con un aumentato rischio di insorgenza di tumori del colon retto. Nel merito scientifico, la Sezione ha ricordato che “l’insorgenza dei tumori è un evento derivante da più fattori di natura individuale, comportamentale e ambientale”. Vanno considerate anche le abitudini alimentari e che l’effetto cancerogeno delle carni è condizionato dalla cottura e dalla trasformazione delle carni. Ma si ribadisce l’importanza della carne come una importante fonte di proteine e nutrienti.
Il documento del Cnsa è stato reso al termine di una approfondita istruttoria svoltasi negli ultimi tre mesi. “Si tratta solo di un primo parere”, ha osservato il Cnsa che ha precisato che una completa conoscenza del contesto e delle variabili alle quali si riferisce Iarc, come pure dei dati a supporto del lavoro pubblicato,”sara’ possibile solo quando, nel secondo semestre di quest’anno,sarà resa disponibile la versione finale e completa della monografia”. Sulla base di tali considerazioni, il comitato suggerisce come buona abitudine alimentare di “ridurre i grassi e le proteine animali e una assunzione costante di cibi ricchi di vitamine e fibre”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.