Caro-gasolio per le serre. Nonostante le rassicurazioni del ministro i serricoltori sono costretti a pagare le accise.

serra La Cia siciliana ha inviato una nota al ministro Luca Zaia nella quale si denuncia la mancata attuazione delle disposizioni ministeriali in materia di esenzione delle accise per il gasolio destinato alle colture sotto serra, chiedendo un immediato intervento presso l’Agenzia delle Dogane perché emani nuove disposizioni che garantiscano il rispetto della legge italiana sui costi del gasolio per le colture protette.
Nei giorni scorsi era stato lanciato l’allarme per una nota emanata dall’Agenzia delle Dogane e diretta a tutti i distributori che non avrebbero più potuto erogare gasolio ad accise zero per il riscaldamento delle serre. A distanza di pochi giorni il ministro Zaia ha rassicurato i serricoltori chiarendo che, la decisione comunitaria dello scorso 13 luglio che impone il recupero delle agevolazioni per il periodo 2000-2004 vieta l’agevolazione, non si applica in quanto la legge in vigore non è tra quelle dichiarate incompatibili con le regole comunitarie.
Il chiarimento del ministro a tutt’oggi, però, non ha avuto seguito e la nota dell’Agenzia delle Dogane non è stata ritirata. Né è stata superata da una nuova disposizione che permetta l’erogazione ai serricoltori del carburante ad accisa zero.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.