Caro-ristorante, in Italia rincari doppi rispetto alla media Ue


Menu’ sempre piu’ cari in bar e ristoranti italiani. I prezzi di caffe’ e portate sono aumentati negli ultimi due anni ben piu’ che nella media degli altri Paesi europei, addirittura a ritmo doppio nei primi nove mesi del 2010. Tra gennaio e settembre di quest’anno l’incremento per il comparto e’ stato infatti del 2,1% contro l’1,2% dell’area euro. Un dato che spicca nell’andamento generale dell’inflazione italiana, rimasta in questi mesi sostanzialmente in linea con quella europea, discostata in poche occasioni solo di alcuni decimali. I dati emergono della newsletter mensile dell’Osservatorio prezzi e tariffe del ministero dello Sviluppo economico, che sottolinea come anche nel 2009, sebbene con un minore scostamento, i prezzi di bar e ristoranti italiani abbiano comunque viaggiato a velocita’ superiore rispetto alla media del continente. Nel corso del 2009 – evidenzia l’Osservatorio – ”i rincari dei ristoranti e bar, in base all’indice armonizzato, sono stati, per i consumatori italiani, leggermente piu’ onerosi” rispetto alla media dei Paesi europei. In ambito europeo, i prezzi di listino di questa tipologia di pubblici esercizi sono infatti aumentati del 2,2%, mentre in Italia del 2,4%. Tra i principali Paesi del vecchio continente solo la Gran Bretagna ci ha superati: in Francia i prezzi sono aumentati dell’1%, in Germania del 2%, in Spagna del 2,1% e, appunto, nel Regno Unito del 3%. A partire dalla seconda meta’ del 2009 il differenziale inflazionistico a sfavore dell’Italia si e’ pero’ ”significativamente accresciuto, – rileva l’Osservatorio del ministero – per poi tornare a ridursi nei mesi piu’ recenti: a settembre 2010 il suo valore e’ stato pari a 0,6 punti percentuali”. Il risultato e’ stato che nei primi nove mesi dell’anno, la tazzina di caffe’ e il piatto di spaghetti sono diventati decisamente piu’ costosi. Mentre infatti in Italia i prezzi nei bar e nei ristoranti sono saliti su base annua del 2,1%, nell’area euro si e’ registrato mediamente un rincaro ”significatamene inferiore”, pari all’1,2%. Anche in questo caso, tra i principali paesi europei solo il Regno Unito supera l’Italia. In Francia c’e’ stato addirittura un calo dello 0,4%, mentre in Germania i prezzi sono aumentati dell’1,2% e in Spagna dell’1,1%. In Gran Bretagna l’aumento e’ stato decisamente piu’ sostenuto e pari al 3,1%. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.