Casa Artusi premia Serge Latouche: il filosofo della “decrescita” sarà a Forlimpopoli l’11 ottobre

Serge Latouche
“Siamo ancora in tempo per immaginare una società di decrescita”: questo l’augurio di Serge Latouche, economista e filosofo francese, teorico della “decrescita serena”, che sarà accolto domenica 11 ottobre a Forlimpopoli (FC) a Casa Artusi per ritirare il Premio Artusi 2009, a lui assegnato per il contributo alla riflessione tra agricoltura e alimentazione e “per la forza, l’attualità della riflessione e la coerenza di vita”.
Il Premio Artusi, attribuito ogni anno dal Comune di Forlimpopoli – città natale di Pellegrino Artusi, il celebre autore de La Scienza in cucina e l’arte di mangiare bene – è stato assegnato negli anni passati a nomi del calibro di Muhammad Yunus, poi premio Nobel per la Pace 2006, Vandana Shiva, Eduardo Galeano, Wendell Berry.

Sarà un’occasione per incontrare Latouche dal vivo e ascoltare le sue riflessioni, che in questo periodo si stanno rivelando profondamente attuali: come afferma Latouche, “più che di decrescita sarebbe più esatto parlare di a-crescita, così come si parla di ateismo, si tratta proprio dell’abbandono d’una fede, di una religione, quella dell’economia senza regole, del progresso e dello sviluppo sfrenato”.

Il progetto di decrescita – precisa Latouche – non vuole dire ‘riportare la società al Medioevo’, è una critica moderna della modernità, per liberarsi dalla dittatura dei mercati finanziari e della tecnoscienza. Il progetto politico della decrescita è recuperare la nostra autonomia, riaprire la storia umana per ridare all’uomo la possibilità di scegliere il suo futuro e di scegliere un futuro sostenibile” La decrescita si accompagna, nel pensiero di Latouche, all’aggettivo “serena”: si tratta infatti di una scelta che porta gioia all’uomo, e non sacrificio e sofferenza: “invertire la corsa ai consumi è la cosa più allegra che ci sia”, sostiene Latouche. E’ con gioia, quindi, che vanno affrontati la riduzione dei consumi superflui, proposti corretti stili di vita rispettosi dell’ambiente, con meno merci viaggianti, più beni a filiera corta e il riciclo integrato dei rifiuti.

Il Premio sarà conferito nel corso di un incontro dal titolo “La decrescita serena: cambiare stile di vita è possibile”, in programma alle ore 17 a Casa Artusi, a cui interverranno: Lino Zanichelli, Assessore all’ambiente e sviluppo sostenibile della Regione Emilia-Romagna, Paolo Zurla, Presidente del Polo Scientifico-didattico di Forlì dell’Università di Bologna, Paolo Zoffoli, Sindaco di Forlimpoli, Laila Tentoni, Vice Presidente di Casa Artusi, Mauro Grandini, Assessore alla Cultura del Comune di Forlimpopoli (per info: tel. 0543.749234/6, 0543.743138 www.pellegrinoartusi.it , www.casartusi.it ).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.