Castagne minacciate da insetto killer e siccità


Non sarà una buona stagione per le castagne, che vedranno presumibilmente ridurre la produzione complessiva del 50%. Un crollo che segue peraltro la performance già negativa dell’anno scorso. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori in occasione dell’apertura della campagna 2010-2011. A minacciare la leadership europea di castagne e marroni ‘made in Italy’ – afferma la Cia – sono gli effetti devastanti dell’insetto ‘killer’, il cinipide galligeno che da anni danneggia gravemente i boschi di castagni. Anche la siccità senza precedenti di agosto e settembre ha contribuito a compromettere la produzione. Se il caldo afoso ha giovato alla qualità delle nocciole e di tutta la frutta secca in guscio, per le castagne, al contrario, è stato il colpo di grazia, alzando di un 10% la percentuale di guasto rispetto al 2010. Un “mix micidiale” di agenti negativi, sottolinea la Cia, che porterà con tutta probabilità al dimezzamento dei quantitativi prodotti, con punte del 70 e dell’80 per cento. Anche la pezzatura risulta ridotta, sempre a causa della disidratazione del frutto che richiede un ambiente umido per prosperare. Sul fronte dei prezzi, sembra che le prime vendite si attestino sulle cifre dell’anno scorso. Si prevede, quindi, una stagione in ‘rosso’ per un comparto d’eccellenza che conta 34.160 imprese e più di centomila lavoratori e che tra il 1999 e il 2007 ha fatto registrare una produzione pari a un valore medio di 46 milioni di euro.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.