Castanicoltura, il Mipaaf apre un tavolo contro la crisi

marroni
L’Italia è il primo paese produttore di castagne in Europa e il quinto nel mondo ma il settore sta attraversando un momento di forte difficoltà. Per questo il ministero delle Politiche agricole ha deciso di dare il via ad un gruppo di lavoro che dovrà affrontate problematiche relative agli aspetti fitosanitari, tecnici, commerciali ed economici. La decisione e’ stata presa – come annuncia il Mipaaf in una nota – nel corso della prima riunione con tutti i rappresentanti della filiera, le comunità montane, le associazioni per la tutela del prodotto ‘castagna’ e le amministrazioni locali. La castanicoltura rappresenta senz’altro un’eccellenza per il nostro paese non solo dal punto di vista dell’eccellenza produttiva ma anche perché è uno dei fattori di successo del turismo montano e del turismo legato alla natura e di tutela del territorio. Il castagno è un patrimonio da tutelale mediante un presidio vigile e constante ed un’attività di manutenzione del territorio. Attraverso il rilancio dell’agricoltura e della castanicoltura e’ possibile valorizzare e rafforzare le economie di certi comprensori montani che basano le loro economie proprio sulla coltura del castagno. Le foreste di castagno sono, inoltre, il principale caposaldo per la sicurezza del territorio nei confronti degli eventi atmosferici eccezionali. Il castagno e la castanicoltura rappresentano una realtà che va tutelata e valorizzata su tutto il territorio nazionale anche perché legati a tradizioni secolari. Proprio oggi sulla gazzetta ufficiale Europea i Marroni del Monfenera sono stati riconosciuti Igp. Le altre eccellenze della castanicoltura Italiana sono: Castagna Cuneo Igp (Piemonte, Cuneo), Castagna del Monte Amiata Igp (Toscana-Grosseto, Siena), Castagna di Montella Igp (Campania, Avellino), Castagna di Vallerano Dop (Lazio, Viterbo), Marrone del Mugello Igp (Toscana, Firenze), Marrone di Castel del Rio Igp (Emilia Romagna, Bologna), Marrone di Roccadaspide Igp (Campania, Salerno), Marrone di San Zeno Dop (Veneto), Farina di Neccio Dop, Miele di Castagno della Lunigiana Dop.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.