Cei: più dignità ai lavoratori agricoli, specialmente se immigrati

I lavoratori agricoli, e gli immigrati in particolare, sono ”spesso ancora vittime dello sfruttamento e dell’emarginazione”, e la Conferenza episcopale italiana invita il settore ad una ”rinnovata e chiara consapevolezza etica”, che faccia del mondo rurale una ”palestra di integrazione sociale e leva preziosa di crescita economica”. E’ questo il messaggio della Cei per la giornata del Ringraziamento per i frutti della terra e del lavoro dell’uomo, esortando a fare della crisi economica che ha duramente colpito anche il settore agricolo una occasione di riscatto. Oltre ad un rapporto piu’ stretto tra produttori e consumatori, la Cei chiede piu’ ”spazio di dignità” per ”tutti coloro che lavorano nel mondo rurale, in particolare i braccianti, soprattutto se provengono dall’estero, spesso ancora vittime dello sfruttamento e dell’emarginazione. Ognuno deve sentirsi accolto, rispettato e valorizzato. In tal modo il mondo agricolo sarà palestra di integrazione sociale e leva preziosa di crescita economica, quale premessa e condizione del progresso sociale”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.