Chiesto stato calamità Terre di Castelli nel modenese


L’assessore all’Agricoltura dell’Unione Terre di Castelli, Carlo Leonelli, ha chiesto alla Provincia di Modena e alla Regione Emilia-Romagna di attivarsi per il riconoscimento dello stato di calamita’ naturale ”dopo una serie di eventi atmosferici devastanti per l’economia agricola del territorio”. ”Con il supporto delle associazioni agricole che hanno sollecitato l’analisi della situazione provocata dall’ eccezionale ondata di maltempo che ha interessato il territorio dell’Unione – precisa Leonelli – si e’ verificato in questi giorni lo stato complessivo dei danni all’economia agricola. L’attuale stagione primaverile-estiva e’ stata segnata da straordinari eventi meteorologici, grandine e piogge, che hanno interessato gran parte del territorio della in provincia di Modena (circa 1.550 ha) e piu’ in particolare quello dell’area di Spilamberto-Savignano sul Panaro-Vignola-Marano sul Panaro, causando significativi danni alle colture (ciliegio principalmente, ma anche susino, pero e melo) che in alcuni casi hanno raggiunto il 70-80% della produzione”. Tra le grandinate che hanno devastato i raccolti, Leonelli fa presente quella del 3 giugno, e quella ”violentissima del 13, che ha distrutto la quasi totalita’ delle produzioni frutticole in alcune aree altamente specializzate. Successivamente – conclude la nota – le piogge sono continuate con grande intensita’ fino alla giornata del 21, provocando ulteriori gravi danni alle colture gia’ colpite dalla grandine, estendendosi all’intero territorio dell’Unione”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.