Cia, “occorre agire al più presto sulle pensioni”


La crisi economica ha colpito pesantemente gli anziani, molti dei quali riescono a mala pena ad arrivare con la pensione, sempre piu’ corrosa, alla fine del mese. E’ una situazione grave alla quale occorre porre al piu’ presto rimedio. Di qui le proposte per portare le pensioni minime a 600 euro mensili, di aumentare la fascia degli incapienti fino ai 600 euro di pensione mensile, di ridurre l’aliquota minima al 20 per cento, anziche’ il 23 com’e’ oggi e di applicare un ‘paniere speciale’ per la rivalutazione annua delle pensioni piu’ aderenti all’andamento dell’inflazione”. Lo ha sostenuto il presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori Giuseppe Politi concludendo a Fiuggi la V Assemblea elettiva dell’Associazione nazionale pensionati. “I pensionati -ha aggiunto Politi- sono una delle categorie piu’ deboli della societa’. Negli ultimi dieci anni il loro potere d’acquisto e’ diminuito di oltre il 13 per cento. E continuando senza alcun intervento, nel 2015 tantissimi anziani vedrebbero dimezzare il valore delle loro pensioni. Una situazione estremamente grave che richiede subito misure realmente concrete. Bisogna frenare un’emorragia che rischia di gettare nella disperazione milioni di pensionati, sempre piu’ fragile in sistema economico che non favorisce un’adeguata redistribuzione della ricchezza”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.