Cia: 300.000 aziende a rischio in due-tre anni

agricoltura generica2 ”Se non verranno decisi al piu’ presto interventi straordinari e concreti, nel giro di due-tre anni oltre 300 mila aziende sono a grave rischio”. Il ‘grido d’allarme’ sullo stato dell’agricoltura italiana e’ stato lanciato oggi dal presidente della Confederazione italiana agricoltori, Giuseppe Politi, che ha deciso mobilitazioni su tutto il territorio nazionale. Molti i punti critici evidenziati da Politi: crescita dei costi produttivi, degli oneri sociali e burocratici a cui corrisponde un crollo dei prezzi nei campi; mancanza di finanziamenti per il Fondo nazionale di solidarieta’; agevolazioni fiscali e previdenziali cancellate; ”scarsissima attenzione da parte del Governo”; ”pochi e fragili sostegni pubblici”; competitivita’ internazionale. Secondo la Cia si prevedono ”netti” tagli all’occupazione e calo dell’export di del 6,7%. Il tutto da sommare alle circa 500 mila aziende che dal 2000 hanno chiuso i battenti. Politi ha dunque sollecitato il ministro Zaia a intervenire, ”non solo per l’emergenza, ma per un nuovo progetto di politica agraria. E questo deve essere il compito della Conferenza nazionale sull’agricoltura e lo sviluppo rurale che va svolta in tempi rapidi”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.