Cia Bologna: le aziende della collina sono invase dagli ungulati

Una vera e propria invasione di decine di migliaia di ungulati, cioé cinghiali, cervi, daini e caprioli, è in atto nelle aziende agricole della collina e della montagna Bolognese: un’invasione che provoca danni ingentissimi al territorio e alle colture. Lo ha denunciato la Cia, Confederazione italiana agricoltori di Bologna, sottolineando l’aggravarsi della situazione in cui si trovano le aziende agricole. Secondo la Cia, i censimenti ufficiali di quest’anno (considerato che viene censito solo il 60-70% degli animali) dicono: circa diecimila cinghiali; quasi ventimila caprioli; oltre 1.500 cervi; quasi 1.200 daini, per un totale di migliaia di animali di grossa taglia che devastano le colture agricole e sono un pericolo per la salute pubblica visto che sono portatori tra l’altro di parassiti come le zecche. “Si tratta di una situazione insostenibile – è stato detto – ed è necessario intervenire con urgenza, per evitare la chiusura delle aziende agricole di montagna”. In pratica per queste aziende si tratta di dover sottostare tutti gli anni e senza indennizzo ad un ammanco della produzione lorda vendibile di almeno il 20%. (ANSA).

Un Commento in “Cia Bologna: le aziende della collina sono invase dagli ungulati”

  • marco scritto il 12 marzo 2015 pmgiovedìThursdayEurope/Rome 18:31

    Verissimo! Ma la cia nelle commissioni vota SEMPRE con i cacciatori e confagricoltura!!

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.