Cia, con il caro-gasolio le serre rischiano il tracollo. Serve l’accisa zero


Reintrodurre l”accisa zero’ per frenare la corsa dei rincari del gasolio che sta mettendo in ginocchio migliaia di serre che rischiano il tracollo. A lanciare l’allarme e’ la Cia-Confederazione italiana agricoltori che denuncia un aumento del 40% in un anno del prezzo del carburante agricolo, in grande parte dovuto al mancato ripristino delle agevolazioni introdotte proprio per contenere i pesanti effetti del caro-gasolio, le cui quotazioni stanno avendo ora una nuova impennata. I produttori, sottolinea la Cia, stanno vivendo uno stato di forte incertezza provocato dalla decisione della Commissione Ue di rendere illegittima la riduzione dell’accisa, confermata dalla circolare dell’Agenzia delle Dogane. Nonostante le assicurazioni del governo, a oggi il quadro resta assai complesso, precisa l’organizzazione che chiede la reintroduzione dell”accisa zero’ e l’estensione al gasolio per tutte le imprese agricole, in considerazione dei gravosi oneri produttivi e contributivi che sono costrette a sostenere. Un intervento, precisa la Cia, compatibile con le norme Ue e che sia in grado di garantire un futuro alle aziende italiane che operano nell’orto-florovivaismo e non solo.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.