Cia, “credit crunch” da record -22% di erogazioni

Asparagiaie a CantelloIl “credit crunch” nel settore primario ha raggiunto ormai livelli insostenibili, con tre imprese su cinque che denunciano difficolta’ enormi nell’accesso a finanziamenti e prestiti. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori, commentando i dati Ismea diffusi oggi che segnalano una flessione record di oltre il 22 per cento del credito agrario nel 2012, pari in termini assoluti a 613 milioni in meno assegnati nell’anno alle aziende del comparto.
Il valore delle erogazioni all’agricoltura scende in questo modo ai livelli piu’ bassi dal 2008, con conseguenze devastanti per il settore. Le aziende gia’ pagano il conto della crisi, dell’Imu e dei maggiori obblighi fiscali, dell’aumento dei costi produttivi -osserva la Cia- e con la stretta creditizia (e i tassi di interesse sui prestiti molto piu’ alti) non solo sono costrette a ridurre di netto gli investimenti e l’innovazione, ma fanno sempre piu’ fatica a pagare salari e fornitori. Le conseguenze dell’assenza di liquidita’ sono chiare e drammatiche: molte aziende, soprattutto le piu’ piccole, sono costrette a chiudere i battenti: soltanto nel 2012 -ricorda la Cia- l’agricoltura ha perso 17 mila imprese, schiacciate dall’impossibilita’ di far fronte agli oneri tributari e contributivi, ma soprattutto ai rincari di tutte le principali voci di spesa agricole, con l’energia lievitata nel 2012 dell’11,4 per cento, i concimi del 6,2 per cento, le sementi del 6 per cento e i mangimi del 5,5 per cento. Ma il sistema agroalimentare e’ fondamentale per l’economia, non si puo’ disperdere in questo modo una risorsa vitale per la ripresa del Paese che vale il 15 per cento del Pil. Ecco perche’ dalle Istituzioni deve arrivare un impegno serio a sostegno del settore -conclude la Cia- che vada nel senso di un miglioramento dell’accesso al credito, di una riduzione dei costi e di una semplificazione amministrativa e fiscale. (AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.