Cia: DL smaltimento rifiuti penalizza gli agricoltori

Lo schema di decreto legislativo che recepisce la nuova direttiva comunitaria sui rifiuti in discussione alla Camera e’ penalizzante per le imprese agricole, soprattutto per gli onerosi adempimenti richiesti per lo smaltimento. E’ quanto sostenuto dalla Cia-Confederazione italiana agricoltori, nel corso dell’audizione che si e’ tenuta presso la Commissione Ambiente di Montecitorio. Tre, secondo la Cia, i punti critici: il mancato chiarimento dell’esonero dei piccoli produttori agricoli dall’obbligo di iscrizione al Sistri, il nuovo sistema di tracciabilita’ dei rifiuti prossimamente operativo; la mancata semplificazione nella tenuta dei registri di carico e scarico; l’obbligo per tutti i produttori che trasportano i propri rifiuti per conferirli all’impianto di smaltimento, di iscrizione all’Albo nazionale dei gestori ambientali. Nel corso dell’audizione la Cia ha chiesto di formulare meglio l’esonero per i piccoli produttori agricoli, in quanto oggi come oggi rischia di ingenerare problemi in fase di applicazione. Quanto all’obbligo di iscrizione all’Albo, la Cia ha fatto rilevare che il ministero dell’Ambiente ha disatteso le prescrizioni comunitarie che prevedono l’iscrizione solo per i produttori che fanno trasporto in maniera professionale. In merito infine ai sottoprodotti, invece, lo schema di decreto riprende le formulazioni della direttiva comunitaria, in cui l’organizzazione auspica che possa chiarire la collocazione delle biomasse che derivano dai cicli produttivi agricoli, zootecnici e forestali nell’area dei non rifiuti. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.