Cia, donne in prima linea a difesa biodiversità

La biodiversià si sta progressivamente riducendo: basti pensare che in un secolo si sono estinte 300mila varietà vegetali. Solo nel nostro paese sono a rischio di estinzione, ad esempio, ben 1500 specie di frutta. Le ‘Donne in Campo’, le imprenditrici agricole aderenti alla Cia, si candidano ad interpretare un ruolo da protagoniste nella difesa del patrimonio biodiverso e nel recupero di varietà a rischio d’estinzione, per incidere sulle leggi che regolano la spigolosa materia dei semi nel nostro paese. Un concetto espresso sia da Maria Annunziata Bizzarri che da Mara Longhin, rispettivamente vicepresidente e presidente nazionale di ‘Donne in Campo’, nei loro interventi al convegno promosso dall’associazione delle imprenditrici agricole, all’interno della rassegna ‘Terra Futura’, in corso di svolgimento a Firenze, sul tema “Le donne per la biodiversità: innovazione nella tradizione”. Del resto l’agricoltura italiana – è stato detto durante il convegno – è sempre più ‘rosa’: un’impresa su tre è guidata da donne, che stanno dimostrando di avere una visione lungimirante su alcune scelte di fondo in materia di agricoltura sostenibile, dando prova di maggiore sensibilità e attenzione rispetto agli uomini.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.