Cia: gli Stati generali siano la partenza per una svolta positiva


”Gli Stati generali dell’agricoltura, annunciati dal ministro delle Politiche agricole, alimentari forestali Francesco Saverio Romano, non devono servire unicamente per delineare una nostra posizione in merito alla riforma della Politica agricola europea post 2103. Si tratta, invece, di un momento molto importante, di un alto confronto per un nuovo progetto di politica agraria nazionale di cui il settore ha un’impellente necessita”’. Lo ha sottolineato il presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori Giuseppe Politi, il quale ribadisce come l’organizzazione fin dal 2004 aveva avanzato la proposta di una Conferenza nazionale sull’agricoltura e lo sviluppo rurale al fine di dare una svolta positiva e mettere le imprese nelle condizioni di competere con efficacia sui mercati. ”L’appuntamento che dovrebbe svolgersi in novembre a Cremona, come affermato dal ministro, e’ un punto focale significativo durante il quale – ha aggiunto Politi – affrontare i vari problemi del mondo agricolo e disegnare una strategia innovativa che apra ai nostri produttori prospettive nuove e certe. Sono anni che il settore primario vive nella continua emergenza e con interventi sporadici e privi della necessaria incisivita’. Serve, quindi, una discussione a piu’ voci dove coinvolgere tutti i veri protagonisti dell’intero sistema agroalimentare italiano”. ”Dobbiamo partire da un preciso presupposto: oggi non esiste un modello regionale di agricoltura da imitare e sviluppare. Al contrario, davanti ai grandi cambiamenti che si sono susseguiti a livello mondiale e nazionale, si e’ giunti a un punto cruciale e decisivo per progettare – ha rimarcato il presidente della Cia – quell’agricoltura che deve affrontare e vincere le prossime difficili sfide. Ripeto, pertanto, che la prossima assise dovra’ segnare un reale mutamento di rotta. Dobbiamo garantire agli agricoltori tutti gli strumenti e i mezzi indispensabili per uscire dall’attuale stallo per passare ad una fase di crescita duratura ed equilibrata”. ”Per questa ragione – ha concluso il presidente della Cia – riconfermo tutto il nostro impegno e la nostra collaborazione affinche’ un alto confronto sull’agricoltura si possa svolgere nel migliore dei modi, dando risultati concreti e fornendo ai produttori agricoli le risposte che attendono”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.