Cia: il 30% delle famiglie acquista solo prodotti in offerta

Il carrello della spesa degli italiani si fa sempre più leggero, con conseguenze anche su alimenti “primari” come pane e pasta. A dirlo, sulla base dei dati Ismea sugli acquisti agroalimentari nel 2010, è la Confederazione italiana agricoltori (Cia), che ha registrato un cambiamento delle abitudini di spesa delle famiglie. Nonostante la flessione dei prezzi alimentari (-0,5%), nel 2010 la spesa alimentare delle famiglie sarebbe scesa dello 0,6% a livello tendenziale, con conseguenze negative per generi di prima necessità come pane (-2,7%) e pasta (-1,8%). Le contrazioni più evidenti hanno riguardato inoltre le carni bovine (-4,6%), i prodotti ittici (-2,9%), la frutta e gli agrumi (-1,8%), i vini (-3,4%), in particolare quelli comuni e Igt (-2,1%), e gli spumanti (-19,4%). In crescita invece, grazie alla “discesa dei prezzi”, l’olio extra vergine di oliva (+4,1%; prezzo -5,6%), il latte fresco (+2,2%; prezzo -3,7%), il latte a lunga conservazione (+0,9%; prezzo -4,9%), il pollo (+2,7%; prezzo -5%), gli ortaggi di quarta gamma (+ 8%; prezzo -2,7%), i sostituti del pane (+4,3%; prezzo -1,1%). Sul fronte dei canali di vendita prosegue il declino del dettaglio tradizionale, che nel 2010 ha perso il 5,7%. Male anche iper e supermercati (-1,1%), mentre volano le vendite di discount (+1,4%) e liberi servizi (+6%). Un segnale evidente, ha concluso la Cia, delle difficoltà delle famiglie italiane, il 30% delle quali è costretta ad acquistare prodotti di qualità inferiore o a comprare solo merce in offerta.(ANSA).

Un Commento in “Cia: il 30% delle famiglie acquista solo prodotti in offerta”

Trackbacks

  1. Cia: il 30% delle famiglie acquista solo prodotti in offerta | Finance Planet

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.