Cia: impegnarsi contro lo sfruttamento nel lavoro agricolo

immigrati2IMMIGRATI: CIA, SERVE IMPEGNO CONTRO SFRUTTAMENTO NEL LAVORO AGRICOLO
”La vicenda di Rosarno, al di la’ degli incidenti, che vanno condannati, deve far riflettere.
Ora e’, pero’, necessario stemperare gli animi e fare il possibile per riportare la calma. Bisogna, tuttavia, andare alla radice del problema che e’ quello del clima di intolleranza e dei lavoratori sfruttati soprattutto dalla criminalita’ organizzata anche per i lavori nei campi”. E’ quanto afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori che, preoccupata per le tensioni che si sono venute a creare in Calabria, invita il governo ad aprire un Tavolo di confronto sul problema dell’immigrazione illegale in agricoltura che, proprio a causa di organizzazioni di criminali, e’ costretta a fronteggiare una vera emergenza che ormai si identifica nella ”tratta” di esseri umani. La Cia sottolinea che ”nel suo codice etico c’e’ un preciso articolo contro lo sfruttamento e il lavoro nero e ribadisce tutto il suo impegno affinche’ si contrastino con la dovuta efficacia fenomeni di questo genere. Serve una forte mobilitazione contro lo sfruttamento degli immigrati, contro il caporalato, contro ogni tipo di abuso. Un impegno affinche’ sul tema dell’immigrazione si cominci a discutere seriamente, cercando di trovare le soluzioni piu’ idonee per ristabilire quella giustizia e quell’equita’ che oggi mancano, dando allo stesso tempo risposte certe e trasparenti alle esigenze delle aziende agricole che intendono utilizzare i lavoratori immigrati. Risposte che devono riguardare soprattutto i costi che oggi le imprese sono costrette a sopportare. Comunque – conclude – per tentare di fare massima chiarezza nell’immigrazione e’ indispensabile per la Cia che si intervenga per modificare la legge Bossi-Fini che non ha finora rappresentato la risposta piu’ efficace contro questi problemi. Non solo. Occorre che sul lavoro in agricoltura si porti avanti un discorso mirato a dare organicita’ a tutto il sistema”./ASCA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.