Cia: in sette mesi spesi 800 mln per il gasolio


Nel primi sette mesi del 2011 il caro-gasolio è costato all’agricoltura oltre 800 milioni di euro. Lo denuncia la Cia-Confederazione italiana agricoltori che, in occasione della VI Festa nazionale dell’agricoltura a Torino, torna a chiedere misure realmente incisive, a cominciare dall’accisa zero per il carburante agricolo, agevolazione indispensabile che governo e maggioranza continuano a ignorare. E la situazione, avverte la Cia, rischia di aggravarsi ulteriormente con l’arrivo del freddo e delle prossime operazioni autunnali in campagna, durante le quali aumenta il consumo dei prodotti petroliferi. Si preannuncia, quindi, uno scenario molto difficile per le imprese agricole che, rileva la Cia, vivono una stagione complessa, caratterizzata da una profonda crisi che ormai si protrae da più di tre anni. Basti pensare che a giugno scorso, ricorda la Cia su dati Ismea, i costi produttivi hanno segnato una crescita del 5,5% nei confronti dello stesso periodo del 2010; aumento sul quale ha influito il rincaro dei prezzi dei prodotti energetici (+6%), dei mangimi (+17,5%) e dei concimi (+6,4%). Oggi i costi produttivi, conclude la Cia, incidono nella gestione aziendale agricola, in media, tra il 60 e l’85%, che stima una crescita nel 2011 rispetto al 2010 di circa il 13%-15%.

Tags:

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.