Cia: l’agricoltura ha bisogno di un rilancio


“L’agricoltura esce penalizzata dalla manovra del Governo”. Diventa perciò “impellente” una politica di rilancio dello sviluppo e delle competitività, che fino ad ora “non ha trovato spazio”. Questo il commento del presidente della Confederazione italiana agricoltori (Cia), Giuseppe Politi, ai dati Istat relativi al Pil, che evidenziano per il settore primario, nel terzo trimestre 2011, un calo congiunturale dello 0,9% e tendenziale dello 0,1%. Secondo Politi tali numeri confermerebbero lo stato di “pesante crisi” delle aziende agricole, colpite da alti costi produttivi (soprattutto i carburanti), previdenziali e burocratici e da prezzi all’origine non remunerativi. Un quadro che la manovra economica avrebbe reso “ancora più fosco, accrescendo gli oneri per gli agricoltori, anche per beni strumentali, quali i fabbricati rurali e i terreni agricoli”. Per questo l’associazione chiede che tali problemi siano al più presto corretti e rinnova il proprio appello al Parlamento e al Governo affinché vengano attuati “interventi immediati per dare reali certezze e prospettive ai produttori”, anche in vista della riforma della Pac.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.