Cia; lavoro nero e abusivismo in manutenzione del verde


Abusivismo e lavoro nero regnano incontrastati nella manutenzione del verde pubblico e privato, con l’avallo implicito delle istituzioni locali. Lo denuncia la Cia-Confederazione italiana agricoltori nel corso della riunione del Gie-Gruppo di interesse economico del settore florovivaistico, sottolineando come questa situazione vada a colpire soprattutto le aziende professionali che rispettano le leggi, pagano le tasse e garantiscono una manodopera regolare e preparata. La Cia quindi chiede alle amministrazioni comunali la massima vigilanza, soprattutto per quanto riguarda le modalità dei loro bandi di appalto e ai privati affinché si guardino da gente improvvisata, proprio per evitare brutte sorprese. Nel settore, infatti, è emerso dai lavori, sono in molti ormai a nascondersi sotto la falsa etichetta di florovivaisti, per dare vita a processi produttivi di bassa qualità, a lavoro nero e ad importazioni di materiale scadente dall’estero, in modo da poter commercializzare prodotti sottocosto, con effetti devastanti per le aziende serie. Inoltre, grazie ai cosiddetti ‘contratti aperti’ sempre più frequenti, le aziende florovivaistiche si vedono spesso scavalcate da chi vende direttamente, soprattutto ad amministrazioni locali. E così i prodotti hanno prezzi più bassi, con le aziende del settore che, in presenza di un mercato non equilibrato, subiscono conseguenze rilevanti. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.