Cia, mercati sempre piu’ invasi da pomodori Marocco

E’ sempre piu’ allarme tra i produttori ortofrutticoli europei, ma soprattutto italiani, in seguito all’ingresso massiccio e indiscriminato di pomodori dal Marocco, che vengono “sdoganati” in Spagna, ma soprattutto in Francia, presso il porto di Charles, senza reali controlli sul dovuto pagamento dei relativi dazi e sulle caratteristiche fito-sanitarie dei prodotti. Lo afferma la Cia-Confederazione italiana agricoltori preoccupata per la piega che sta prendendo la situazione.
In pratica, continuano a essere disattesi -sostiene la Cia- gli obblighi derivanti dal recente accordo Ue-Marocco, che prevede l’applicazione di dazi maggiorati a fronte di cali significativi del prezzo del prodotto sui mercati europei. Le conseguenze sono, ovviamente, disastrose in particolare per i nostri produttori che si vedono chiudere tutti i canali commerciali tradizionali, compresa la Gdo italiana ed europea che preferisce approvvigionarsi in Germania o Francia a prezzi “stracciati”.
Il perdurare del fenomeno -sottolinea la Cia- deve essere, quindi, oggetto di grande attenzione da parte della Commissione europea, come, peraltro, essa stessa ha promesso nel corso dell’ultimo Consiglio dei ministri dei “27”. (AGI)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.