Cia: per la lotta alla fame servono politiche diverse, non sussidi e ogm

“L’emergenza cibo va affrontata con politiche incisive e soprattutto con uno sviluppo adeguato e consistente dell’agricoltura che può contribuire in modo determinante alla lotta alla fame e alla povertà nel mondo”. Lo afferma il presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori, Giuseppe Politi, commentando il Rapporto Fao sulle commodities alimentari. Secondo il presidente occorre una svolta decisiva che preveda l’abolizione e dei sussidi per le coltivazioni destinate ai biocarburanti e delle politiche neo-protezionistiche; il non utilizzo degli Ogm e la realizzazione di programmi per i paesi più poveri per aiutarli a sviluppare le loro agricolture. “La soluzione dei problemi alimentari dei Paesi in via di sviluppo richiede politiche nuove”, precisa il presidente, secondo il quale anziché favorire la modernizzazione dei sistemi agricoli locali, si è preferito aumentare le importazioni dall’estero di prodotti agricolo. “E’ vero che davanti all’emergenza di milioni di persone che muoiono di fame occorre intervenire con aiuti – conclude Politi – ma è altrettanto vero che bisogna cominciare a pensare in maniera diversa, cercando di far crescere le agricolture di questi paesi attraverso ricerca e innovazione”.(ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.