Commercio, Cia: Vola l’export del cibo Made in Italy

Se i consumi domestici vanno giù, vino, pasta e formaggi sono sempre più richiesti sui mercati stranieri, come dimostra l’incremento annuo dell’11,2 per cento per le esportazioni di alimentari e bevande a luglio. Lo rileva la Cia-Confederazione italiana agricoltori in merito ai dati Istat sul commercio estero. Dopo aver chiuso il 2011 con un fatturato record di 23 miliardi di euro – spiega la Cia – anche quest’anno l’export agroalimentare mette il turbo: solo a luglio viaggia a una velocità più che doppia rispetto al complesso delle vendite oltreconfine (+4,3 per cento). In questo momento, tuttavia, l’80 per cento circa delle esportazioni di cibo e bevande è costituito da prodotti dell’industria alimentare – osserva la Cia – mentre crolla l’export di prodotti agricoli freschi (-5,5 per cento nei primi cinque mesi dell’anno). Colpa soprattutto dell’aumento costante dei costi produttivi e del parallelo calo delle quotazioni all’origine. Un binomio devastante che – conclude l’organizzazione agricola – quest’anno ha addirittura scoraggiato molti a seminare e a piantare, con una crescita del 6 per cento dei terreni lasciati a riposo.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.