Cinghiali: ambientalisti, no caccia in aree protette

cinghiale estate
“E’ una proposta di deregulation con effetti devastanti dare la possibilità di cacciare i cinghiali anche nelle oasi di protezione e nelle foreste demaniali, come prevede un emendamento al Collegato Agricoltura che va a modificare il testo del Collegato Ambientale entrato in vigore da pochi giorni”. A lanciare l’allarme in un comunicato sono le associazioni Enpa, Lac, Lav, Lipu e Wwf, che hanno scritto una lettera urgente ai componenti della Commissione Agricoltura, chiedendo di ripensarci. “Se approvato – scrivono le associazioni – l’emendamento a prima firma Susanna Cenni (Pd) presentato alla Commissione Agricoltura della Camera causerebbe un disturbo biologico devastante anche per le specie che non sono oggetto dell’intervento, permettendo l’attività venatoria in periodi biologici delicatissimi come ad esempio le fasi di riproduzione degli uccelli selvatici, peraltro fortemente protette dalla direttiva comunitaria”. Le associazioni sottolineano anche “i problemi che l’attività venatoria nelle oasi di protezione arrecherebbe alle persone, alla loro fruizione naturalistica e alla loro stessa incolumità; questo anche perché le oasi istituite ai sensi della legge 157/92 sono oggi luoghi ampiamente frequentati da visitatori, turisti, escursionisti, scolaresche, bambini, e in genere da un gran numero di persone che cercano tranquillità e contatto con la natura e che invece potrebbero ritrovarsi in piena battuta di caccia”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.