Cioccolato sì, ma sostenibile

cacao pianta In futuro sempre piu’ consumatori acquisteranno cioccolato prendendo come riferimento non solo il binomio qualita’-prezzo, ma con le loro scelte vorranno contribuire a migliorare le condizioni di vita e di lavoro dei piccoli produttori di cacao senza danneggiare l’ecosistema delle foreste tropicali. E’ uno degli aspetti emersi dal summit ”In the hearth of chocolate” che si e’ svolto a Perugia nell’ambito di Eurochocolate. E’ stato infatti sottolineato che il 95% della produzione mondiale e’ assicurata dal ”faticoso lavoro di piccoli produttori”, molti dei quali posseggono soltanto due o tre ettari di terra e ”vivono appena al di sopra della soglia di poverta”’ di due dollari al giorno. La produzione di un cioccolato che sia sostenibile richiede pero’ – e’ stato detto – una profonda ristrutturazione della filiera produttiva. ”La Icco – ha sostenuto il presidente dell’International cocoa organization Jan Vingerhoets – sta operando per sensibilizzare i governi dei Paesi produttori e consumatori ad attuare politiche orientate alla sostenibilita’ dell’economia mondiale del cacao”. Altro ”importante” obiettivo dell’Icco annunciato a Perugia e’ di raddoppiare, entro il 2010, la produzione di cacao in Africa, America e Asia. Un obiettivo condiviso da tutti i Paesi intervenuti al summit, che hanno concordato sullo sviluppo di produzioni biologiche o, comunque, nel rispetto delle aree naturali.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.