Ciolos dichiara guerra alla speculazione

Bruxelles e’ pronta a lottare contro i rischi di speculazione anche sul fronte delle materie prime agricole e auspica ”piu’ trasparenza e previsibilita”’ per i contratti a termine. Lo ha detto il commissario Ue all’agricoltura Dacian Ciolos ammettendo che ”i mercati finanziari e la speculazione eccessiva fanno ormai parte integrante delle preoccupazioni quotidiane del commissario europeo all’agricoltura”.”E’ importante evitare – ha spiegato Ciolos ai giornalisti – che anche per l’agricoltura le speculazioni – che avvengono sempre piu’ spesso sulle materie prime – influiscano in maniera decisiva i prezzi e quindi i redditi degli agricoltori”. Gli esempi non mancano. I produttori di latte sono stati confrontati prima alla crescita folgorante dei prezzi nel 2007, poi alla violenta crisi accompagnata dalla caduta dei prezzi del 2009. Per dare delle prospettive ai produttori di latte Ciolos, ha ribadito che ”presentera’ entro la fine dell’anno un pacchetto di misure specifiche per il settore”. Sempre sull’evoluzione delle materie prime agricole, Bruxelles sta seguendo da vicino l’aumento dei prezzi del grano iniziato la scorsa estate che, con un incremento del 70% in soli due mesi, rappresenta una serie minaccia anche per il settore suinicolo”. Al riguardo Ciolos ha tenuto pero’ ad assicurare: ”La raccolta in Europa e’ buona. Gli stock mondiali sono ad un livello largamento sufficiente”. Quanto ai mercati a termine – il commissario ne e’ convinto – ”possono contribuire a dare quella visibilita’ che agricoltori, trasformatori e consumatori reclamano in tutta Europa. Il loro ruolo – ha precisato – non e’ di alimentare la speculazione e i profitti di qualche attore, ma offrire degli strumenti di anticipazione, di gestione della volatilita’ e contribuire ad avvicinare l’offerta alla domanda”’. Ciolos sembra aver chiaro il percorso da seguire: rafforzare la trasparenza, facendo luce sulle posizioni delle diverse categorie di attori per poi individuare le posizioni limite e contrastarle”, offrendo ad agricoltori, catena alimentare e consumatori un quadro il piu’ stabile possibile. Insomma, ”nessun processo alla finanza, ma la finanza – ha detto Ciolos – deve servire l’economia reale, aiutare la produzione alimentare a superare le crisi e le sfide legate clima”. (ansa).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.