Clima: la collina salva il Prosecco superiore dal caldo tropicale

La pioggia è arrivata ieri, 26 agosto 2012, e con lei il tanto atteso abbassamento delle temperature, che creerà ora le condizioni ottimali per preservare gli aromi delle uve del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore. Il millesimo 2012 si preannuncia con una qualità che sarà tutta da scoprire e la vendemmia è ormai alle porte. Se ne parlerà nelle due riunioni di prevendemmia organizzate dal Consorzio di Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, aperte ai produttori e alla stampa. La prima si terrà il 30 agosto alle 20.30 presso la Scuola Primaria di Rua di Feletto, la seconda il 4 settembre alle 20.30 presso l’Auditorium del Palazzo Celestino Piva a Valdobbiadene. Il 2012 sarà ricordata come una delle annate più calde della storia, paragonabile solo a quella del 2003. Basti pensare che, secondo i dati rilevati dal Consorzio Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, dal 16 giugno ad oggi la temperatura media massima è stata di 31,5 °C. “Si tratta di una situazione anomala, che ha smentito la regola indicata nella letteratura scientifica, secondo cui dall’invaiatura alla maturazione delle uve passano 40 giorni. Quest’anno, a causa delle temperature record, si verificherà un anticipo di 7 – 10 giorni – afferma il tecnico del Consorzio di Tutela Filippo Taglietti – La collina ancora una volta si sta dimostrando un elemento differenziale per la qualità delle uve, destinate al Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore. La qualità si prevede quindi ottima, soprattutto dopo la pioggia di ieri e, i grappoli presentano un elevato contenuto zuccherino, pari a 10 grammi in più per chilo di uva, rispetto alla media dello scorso anno. L’acidità è ancora ad un buon livello, e questo garantirà freschezza e profumi allo spumante”. Per arrivare preparati alla vendemmia, e suggerire ai produttori l’epoca di raccolta ottimale, il Consorzio di Tutela realizza campionamenti delle uve in 25 vigneti di tutto il territorio in modo da avere un costante monitoraggio della situazione. “In collina, nonostante il caldo, non si sono raggiunti i picchi di temperatura avuti in pianura padana e le escursioni termiche tra giorno e notte sono state buone permettendo lo sviluppo degli aromi tipici. L’elevata età media dei vigneti, attorno ai 25 anni, infine, consente alle piante di avere apparati radicali profondi che riescono quindi a resistere anche in condizioni di siccità”, conclude Filippo Taglietti. Quanto alla quantità, mentre a inizio estate si era ipotizzato un incremento della produzione del 5 – 10%, il peso dei grappoli si è rivelato inferiore a causa della siccità e questo farà attestare il raccolto sulla media dello scorso anno. Per il Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore i prossimi giorni saranno comunque determinanti per completare la maturazione delle uve.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.