Coldiretti: blitz anti ogm in Friuli, l’assessore Violino diserta

L’assessore regionale all’agricoltura del Friuli Venezia Giulia, Claudio Violino, ha disertato la manifestazione della Coldiretti, organizzata a Fanna (Pordenone) per protestare contro le presunte coltivazioni di mais ogm in un podere del comune pedemontano. Atteso sul palco per il comizio, Violino ha fatto sapere che non sarebbe intervenuto ”a causa di impegni improvvisi e inderogabili”, ha spiegato interpellato dall’ANSA precisando di condividere la protesta della Coldiretti. Per il presidente regionale di Coldiretti, Dario Ermacora, si tratta di ”un’assenza assolutamente ingiustificabile, anche perche’ – ha sottolineato – la data era stata concordata proprio con l’assessore, per dare un’unica voce alla protesta”. ”Dal momento che le politiche agricole sono transitate come competenze alle Regioni, tanto piu’ in una a statuto speciale come il Friuli Venezia Giulia – ha concluso Ermacora – l’assenza dell’assessore riveste una certa gravita’, anche perche’ non ha sentito la necessita’ di mandare un altro esponente della Giunta a rappresentarlo”.
In occasione della maniferstazione anti-Ogm Coldiretti ha comunque diffuso i risultati dell’ultima indagine annuale Coldiretti-Swg dalla quale emerge che quasi tre italiani su quattro non vedono di buon occhio i prodotti transgenici, ritenendoli meno salutari di quelli tradizionali
Secondo l’associazione agricola, ”la scelta di vietare la coltivazione di piante biotech” sarebbe dunque rafforzata dall’opinione pubblica e sarebbe ”coerente con le crescenti perplessita’ in Europa”. A tal proposito la Coldiretti ha ricordato che nell’Ue solo sei Paesi coltivano piante Ogm, dato al quale si deve sommare un calo del 12% nel 2009 del totale delle coltivazioni biotech su suolo europeo, passate da 107.719 ettari a 94.750 ettari, pari a molto meno dello 0,001% della superficie totale di 160 milioni di ettari coltivati in Europa. (dati dell’International Service for the Acquisition of Agri-biotech Applications). ”Coltivare prodotti transenici – sostiene Coldiretti – oltre a comportare rischi per la salute e l’ambiente, non conviene economicamente”. L’associazione ha poi ribadito il proprio sostegno alla scelta della Commissione europea di delegare ai Paesi le decisioni in merito alle piante Ogm e ha infine affermato che ”il modello produttivo cui e’ orientato l’impiego di Ogm uccide l’agroalimentare italiano che fonda il suo successo sulla distintivita”’, sostenendo che ”per conformazione morfologica del territorio italiano” sarebbe ”impossibile evitare la contaminazione”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.