Coldiretti: boom di assunzioni nei campi. +6% nel 2011

E’ boom di assunzioni in agricoltura, con un aumento del 6% del numero di lavoratori dipendenti impegnati in campagna, a fronte di una sostanziale stagnazione dell’intero sistema economico, dove gli occupati crescono solo dello 0,4%. Lo rileva Sergio Marini, presidente nazionale della Coldiretti, nel corso dell’assemblea annuale. L’agricoltura fa segnare di gran lunga la migliore performance occupazionale tra i diversi settori economici che sono stagnanti (+0,5% per i servizi), in calo (-0,3% per l’industria) o addirittura evidenziano un crollo (-8,1% per le costruzioni). Il risultato positivo è particolarmente importante perché – precisa Marini – è piuttosto omogeneo su tutto il territorio nazionale, con un aumento del 7,6% al nord, del 6,6% al centro e del 5,2% al sud. L’agricoltura è in grado di offrire occupazione a 250mila lavoratori nei prossimi 10 anni, sulla base dell’analisi della Coldiretti che evidenzia come il risultato del primo trimestre dia continuità all’andamento positivo registrato dal settore anche nel 2010 quando l’agricoltura è stato l’unico settore ad aumentare l’occupazione. Secondo l’analisi di Coldiretti, a crescere sarà la domanda di livelli più elevati di professionalità, con particolare riguardo a figure specializzate. Le difficoltà di reperimento di manodopera si registrano per figure professionali tradizionali, che vanno dal trattorista al taglialegna fino al potatore, ma anche per quelle innovative all’interno dell’impresa agricola.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.