Coldiretti chiede un tavolo sui prodotti del Sud

La convocazione di un tavolo interistituzionale che individui forme concrete ed efficaci di valorizzazione delle produzioni del Mezzogiorno e, nello stesso tempo, monitori corretti rapporti all’interno della filiera. Questa l’indicazione emersa oggi a Bari dalla tavola rotonda organizzata da Coldiretti Puglia sul tema ‘La Coldiretti delle regioni del Mezzogiorno a difesa del pomodoro italiano da speculazioni e importazioni selvagge’. Ad annunciare la richiesta il vice presidente nazionale Coldiretti, Gennaro Masiello. ”Bisogna poi essere chiari e determinati anche su un punto, ossia che le risorse pubbliche – ha aggiunto – dovranno essere riconosciute ai gruppi industriali virtuosi”.
”All’interno dei parametri della nuova politica comunitaria dovremmo introdurre elementi di innovazione profonda, che premino non solo i produttori veri ma i processi di trasformazione in ambito di filiera locale”. Questo il commento del coordinatore della commissione politiche agricole nazionale ed assessore alle risorse agroalimentari della regione Puglia, Dario Stefano, intervenendo alla tavola rotonda ”Con il regime di aiuti disaccoppiati (concessi ai produttori di pomodoro) siamo in una fase nuova ed ora c’e’ la condizione perche’ l’agricoltura acquisisca potere contrattuale. In questo – ha spiegato Vito Amendolara, assessore regionale all’agricoltura della Campania – serve un intervento terzo delle istituzioni per monitorare il percorso di riequilibrio tra i vari settori della filiera. E’ un bene il dialogo tra Campania (dove ci sono la maggior parte delle imprese di trasformazione), la Puglia (dove nel 2010 la produzione raccolta del pomodoro da industria e’ stata di 17.487.400 quintali) e le altre regioni”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.