Coldiretti: dalla vendita di terreni pubblici possono nascere 43.000 nuove imprese

Dalla vendita dei 338 mila ettari di terreni agricoli pubblici, come previsto dalla legge di stabilità, possono nascere fino a 43 mila nuove imprese agricole condotte da giovani ai quali è stato assicurato il diritto di prelazione nelle procedure di cessione. Lo ha detto Vittorio Sangiorgio, delegato nazionale di Coldiretti Giovani Impresa, in occasione dell’assegnazione dei premi Oscar Green alle imprese più innovative promosso dai giovani della Coldiretti. Dal ritorno delle terre pubbliche agli agricoltori possono nascere nuove imprese o essere ampliate quelle esistenti. Non a caso, secondo un’indagine Coldiretti-Swg, il 50% delle imprese agricole giovani chiede la disponibilità di nuova terra. Secondo una stima della Coldiretti sulla base della superficie media nelle diverse regioni dalla dismissione delle terre agricole pubbliche potrebbero nascere 6.500 nuove aziende nel Lazio, 4.300 in Campania, 3.800 in Trentino, 3.700 in Piemonte, 3.500 in Calabria e 2.600 in Puglia.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.