Coldiretti Frosinone: si va verso lo sciopero del latte

E’ stata aperta ufficialmente la vertenza latte da parte di Coldiretti.Il presidente provinciale della sede ciociara, Loris Benacquista ed il direttore, Paolo De Cesare, insieme ad un gruppo di produttori ha preso parte questa mattina a Roma alla conferenza stampa indetta per aprire la mobilitazione per uno dei settori più importanti dell’agricoltura laziale. Oggi il latte alla stalla viene pagato 0,38 centesimi ma con i costi di produzione e gli aumenti registrati ultimamente l’attività non è davvero più remunerativa per gli imprenditori – ha sottolineato De Cesare. Occorre dare dignità al lavoro dei produttori e delle loro famiglie che in provincia di Frosinone muovono un indotto davvero considerevole assicurando un prodotto sano e genuino e soprattutto di certa provenienza”. La nostra gente è esasperata – ha aggiunto Benacquista – siamo pronti a scendere di nuovo in piazza anche con eclatanti manifestazioni di protesta. Oggi i produttori di latte in Ciociaria sono circa un migliaio ed assicurano una produzione che supera i 500 quintali giornalieri. La Coldiretti ha chiesto di portare il prezzo per i produttori a 45 centesimi per ogni litro conferito; gli industriali, compreso i referenti della Centrale del Latte di Roma, hanno risposto picche “La differenza non è certamente abissale – sottolineano De Cesare e Benacquista – occorre buon senso da parte di chi poi il prodotto lo vende con successo grazie proprio ai sacrifici dei nostri produttori. Il latte nei negozi costa oltre 1 euro e 60 ma ai produttori arriva meno di 20 anni fa. Tutto ciò è incomprensibile. Mercoledì prossimo, alle ore 19.30 presso la sala riunioni della parrocchia del Sacro Cuore a Frosinone si terrà un’assemblea con i produttori per determinare le prossime tappe di una vertenza che si preannuncia aspra e dura. “Siamo pronti a non consegnare il nostro prodotto – hanno detto alcuni del gruppo di produttori frusinati che ha preso parte alla conferenza stampa che si è svolta a Roma sul Tevere. I consumatori hanno dimostrato di essere dalla nostra parte e non intendono più essere presi in giro circa la provenienza di un prodotto importante e basilare per l’alimentazione di tutti e in modo particolare dei bambini”. Le richieste di Coldiretti guardano anche alla convocazione a breve del tavolo della trattativa che si è bruscamente interrotta nelle scorse settimane allontanando le parti. “Le istituzioni – hanno concluso De Cesare e Benacquista – giocano come al solito un ruolo determinante e siamo certi che anche in questa occasione saranno sensibili alle nostre rivendicazioni”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.