Coldiretti: immigrati indispensabili per l’agricoltura “Made in Italy”

Nelle campagne quasi un occupato su dieci è immigrato, per un totale di 106.058 lavoratori stranieri impegnati a garantire l’approvvigionamento alimentare sulle tavole degli italiani. È quanto emerge da una analisi della Coldiretti che evidenzia ”come questi lavoratori siano divenuti indispensabili per l’agricoltura Made in Italy”. A prevalere per la natura del lavoro in campagna è – sottolinea Coldiretti – l’occupazione stagionale, a partire dal periodo primaverile per le operazioni di preparazione dei terreni fino all’autunno con la vendemmia. Sono molti i ”distretti agricoli” dove i lavoratori immigrati sono una componente bene integrata nel tessuto economico e sociale come nel caso – aggiunge Coldiretti – della raccolta delle fragole nel Veronese, della preparazione delle barbatelle in Friuli, delle mele in Trentino, della frutta in Emilia Romagna, dell’uva in Piemonte fino agli allevamenti in Lombardia dove a svolgere l’attività di ”bergamini” sono soprattutto gli indiani, mentre i macedoni sono coinvolti principalmente nella pastorizia. La presenza di lavoratori immigrati – conclude Coldiretti – è divenuta indispensabile per le produzioni di qualità: dagli allevamenti dei bovini di razza piemontese a quelli delle vacche per il Parmigiano Reggiano dove quasi un lavoratore su tre è indiano ma i lavoratori extracomunitari sono diventati decisivi nella raccolta delle mele della Val di Non, produzione del prosciutto di Parma, della mozzarella di Bufala o nella raccolta delle uve destinate al prosecco nel cui distretto si contano immigrati di ben 53 diverse nazionalità.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.