Coldiretti: prezzo grano in calo del 42% rispetto al picco del 2008

Il prezzo del grano e’ oggi inferiore del 42 per cento rispetto al massimo storico raggiunto nel marzo 2008. E’ quanto afferma la Coldiretti nel sottolineare che il vero problema e’ l’oscillazione delle quotazioni che per il grano, negli ultimi tre anni, sono crollate da 13 dollari per bushel del febbraio 2008 ad appena 5 dollari per bushel del febbraio 2009, a 6 dollari per bushel del febbraio 2010 per poi risalire fino agli 7,5 dollari per bushel attuali (20 centesimi al chilo). L’andamento delle quotazioni dei prodotti agricoli – sottolinea Coldiretti – e’ sempre piu’ fortemente condizionato dai movimenti di capitale che si spostano con facilita’ dai mercati finanziari a quelli dei metalli preziosi fino alle materie prime come grano, mais e soia. Si tratta – aggiunge l’organizzazione agricola – degli effetti drammatici di una globalizzazione senza regole che ha drammaticamente legittimato il cibo fino a farlo considerare una merce qualsiasi. Garantire la stabilita’ dei prezzi in un mercato a domanda rigida come quello alimentare e’ un obiettivo di interesse pubblico che – conclude Coldiretti – va sostenuto con l’introduzione di interventi di mercato innovativi nell’ambito della riforma di mercato della politica agricola comune.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.