Coldiretti: i prezzi del cibo aumentano del doppio rispetto all’inflazione

cena ristoranteI prezzi dei prodotti alimentari aumentati in media dell’1,8% ”sono cresciuti nel 2009 piu’ del doppio dell’inflazione, nonostante il crollo dei prezzi riconosciuti agli agricoltori in campagna che si sono ridotti in media del 13 per cento nello stesso arco di tempo”. Coldiretti commenta i dati Istat relativi all’inflazione che nel 2009 e’ scesa al 0,8 per cento su livelli del 1959 ”con gli alimentari che si sono posizionati sul podio dei prodotti con maggior rincaro”. I consumatori italiani, sottolinea la Coldiretti, ”non hanno potuto beneficiare della forte riduzione dei prezzi agricoli, che rischia invece di provocare l’abbandono delle campagne”. Secondo l’analisi dell’organizzazione agricola, ad esempio, il prezzo del grano riconosciuto agli agricoltori e’ oggi molto piu’ basso di quello di 25 anni fa con le quotazioni che sono al di sotto dei costi di produzione su un valore di poco superiore ai 14 centesimi al chilo, il 42 per cento in meno rispetto allo scorso anno e il 39 per cento in meno rispetto al 1985. Se allora, sottolinea la Coldiretti, il prezzo del grano era di 23 centesimi al chilo e quello del pane di 52 centesimi, oggi un chilo di grano e’ venduto al prezzo di circa 14 centesimi, mentre un chilo di pane e’ acquistato dai cittadini a valori variabili attorno ai 2,8 euro al chilo, ma che raggiunge i 5 euro e oltre per quelli piu’ elaborati. “Si tratta – conclude la Coldiretti – di un forte ostacolo alla ripresa economica in un Paese dove quasi un euro su quattro si spende per la tavola con gli acquisti di alimentari e bevande che ammontano complessivamente a 215 miliardi di euro all’anno (dei quali 144 a casa e 71 per mangiare fuori), con l’agroalimentare che svolge peraltro una funzione da traino per l’intero Made in Italy all’estero”.

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.