Coldiretti: la Sardegna proclami lo stato di crisi

La proclamazione dello stato di crisi anche per il settore agricolo, oltre agli altri comparti produttivi, e’ stato chiesto dalla Coldiretti Sardegna al presidente della Regione. ”Il momento di crisi che stanno vivendo i territori dell’Isola registra un livello di gravita’ tale che necessita interventi straordinari”, hanno scritto Marco Scalas e Luca Saba, presidente e direttore di Coldiretti Sardegna a Ugo Cappellacci. ”Siamo coscienti del lavoro intrapreso dalla Regione – continuano Scalas e Saba – e siamo pronti per qualunque iniziativa si renda necessaria a supportarne l’azione. Coldiretti ha da tempo chiesto che si orientassero gli sforzi nella costruzione di un Nuovo Piano di Rinascita per la Sardegna. Non possiamo non evidenziare le tante emergenze e criticita’ che le imprese agricole stanno vivendo: dall’annosa questione della legge regionale 44/88 al ritardo nei pagamenti dei premi comunitari per arrivare all’insostenibile pressione fiscale, che rischiano di far saltare il sistema produttivo isolano. In un contesto nel quale registriamo da un lato un costo dell’acqua e delle materie prime a livelli insostenibili, e dall’altro quello del latte, dei cereali e delle altre produzioni agricole assolutamente non remunerativi. Per questo – concludono i due dirigenti regionale della Coldiretti – , occorre rilanciare la necessaria ed improcrastinabile attenzione ai problemi della Sardegna, non solo agricoli”. (ANSA).

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.