Coldiretti: mappa dei danni regione per regione

Dalla Toscana al Lazio, dall’Umbria al Veneto, l’ondata di maltempo ha provocato danni incalcolablli all’agricoltura con allagamenti, frane e smottamenti che hanno colpito coltivazioni e strutture che potrebbero portare a perdite per decine di milioni. E’ la Coldiretti ha fare il bilancio dei nubrifragi regione per regione che hanno colpito a macchia di leopardo il paese. In Toscana nel grossetano la zona più colpita è tra Albinia e Capalbio, con l’esondazione dell’Albegna e del Fiora che hanno allagato superfici a cereali, serre, alberi da frutta e molti oliveti. Ammontano a 10 milioni di euro i danni causati dagli allagamenti a 100 imprese agricole in provincia di Massa Carrara, in particolare nelle colline del Candia dove si produce il Doc dei Colli Apuani. Nel Veneto, nell’alta padovana case, orti e stalle sono allagati per l’esondazione del Vandura, Muson, Tergola con circa 250 ettari di terreno sott’acqua. Allagamenti anche a Santa Giustina in Colle, Campodarsego, Trebaseleghe, Piombino, Camposampiero e Massanzago; una delle zone maggiormente colpite è quella di San Giorgio delle Pertiche. In Umbria le situazioni più critiche siregistrano nell’orvietano e nel marscianese, mentre nel Lazio il maltempo ha flagellato la Maremma; i danni maggiori si registrano nel Viterbese nei comuni di Tarquinia e Montalto di Castro; sono esondati il Mignone, il Fiora e, al confine con l’Umbria il Paglia. Per quanto riguarda le coltivazioni i problemi principali si registrano per i cereali. Dopo una stagione siccitosa nel corso della quale la produzione di grano é stata appena 10 quintali per ettaro, adesso la forza delle acque sta rendendo assai difficoltose le semine future, cancellando totalmente quelle già effettuate. (ANSA)

Scrivi un commento

Utilizza gravatar per personalizzare la tua immagine

Copyright © 2009 Con I Piedi Per Terra . All rights reserved.
Copyright © GTV s.r.l.
Sede legale V.Bonazzi, 51 - 40013 Castelmaggiore (Bo) - Sede opertiva v. L.Manara, 6 - 40128 Bologna
tel: 051 63236 - fax 051 6323602 - fax redazione 051 6323609
P. Iva 01607481205 - C.F 01161880388 - R.E.A. 347487 - R.I.BO 01161880388 - C.S. € 1.550.000,00 Vers. € 1.445.375,00
Concessionaria per la Pubblicità Publivideo2 Srl.